Guida pratica al Lago di Tovel

Il lago di Tovel è un lago alpino meraviglioso che merita una visita almeno una volta nella vita. E’ anche conosciuto come il lago rosso perché, fino a qualche decennio fa, durante il periodo estivo si colorava di rosso grazie ad un’alga (Tovellia sanguinea) che cresceva sul fondale. Il colore dell’acqua e i suoi riflessi, il silenzio e il panorama ti faranno innamorare al primo sguardo. Il posto perfetto per rigenerarsi e stare a contatto con la natura.

Foliage al Lago di Tovel

Lago di Tovel – Dov’è e come raggiungerlo?

Si trova nel cuore della Val di Non, ad un altitudine di 1178 metri all’interno del Parco Naturale Adamello-Brenta. Per raggiungerlo, dal paese di Tuenno, si prende la SP14 che attraversa la valle di Tovel fino al lago. Dista circa 11 km dal centro del paese e si può raggiungere a piedi, in bici oppure in auto. Nel periodo estivo è attivo un servizio di bus navetta da e per i parcheggi.

Attenzione, il numero di accessi nei parcheggi (a pagamento) è limitato, quindi, vi consiglio di andare la mattina abbastanza presto oppure nel dopo pranzo. Inoltre, nel periodo invernale la strada potrebbe venir chiusa per motivi di sicurezza.

Informazioni utili

Per poter godere del lago fin dalla prima mattina ti consiglio di soggiornare a Tuenno, il paese più vicino. Scegli uno degli hotel o alberghi che offrono la Trentino Guest Card (ti lascio il link per maggiori informazioni qui) in questo modo, ad esempio, non pagherai il prezzo del parcheggio.

L’autunno al Lago di Tovel

Lago di Tovel – Il periodo migliore per visitarlo?

Ogni stagione è buona! In ogni periodo dell’anno questo lago è in grado di regalare emozioni. Dal blu e verde della primavera e dell’estate, passando per il foliage dell’autunno, fino al candido paesaggio invernale è sempre un viaggio tra luci e colori suggestivi.

Il lago ha un sentiero ad anello che permette di fare il giro completo comodamente a piedi. Per gli amanti delle passeggiate, consiglio il periodo da aprile a novembre. Se volete fare un bagno, oppure una nuotata, luglio e agosto vanno benissimo; non aspettatevi l’acqua calda, è pur sempre un lago di montagna. Invece, per chi è alla ricerca di fotografie suggestive le due stagioni migliori sono l’autunno e l’inverno; il foliage al Lago di Tovel è tra i più belli del Trentino, mentre in inverno il contrasto tra il colore verde-blu dell’acqua e il bianco del paesaggio, spesso innevato, è assolutamente fotogenico.

Scorcio del lago di Tovel

Come vestirsi e cosa portare con se?

Dal momento che siamo in montagna, l’abbigliamento migliore sarebbe quello da trekking. Vanno benissimo anche un paio di scarpe da ginnastica, purché siano comode per camminare. Intorno al lago, sono presenti uno chalet e un hotel dove acquistare cibi e bevande, io consiglio comunque di portare con se almeno una bottiglia d’acqua e qualche snack per la giornata. Per la mia esperienza, la scelta del pranzo al sacco è, non solo la più economica, ma anche la più bella.

Se avete intenzione di rilassarvi un po’ al sole durante il periodo estivo oppure di fare un bagno, portate con voi asciugamano, ciabatte e costume. L’acqua è fresca ma un bagno qui è rigenerante per il corpo e per la mente. In più, in un paio di punti intorno al lago potete trovare degli spiazzi dove potrete stendervi e godervi l’atmosfera.

Per i più avventurosi, la valle di Tovel, oltre al giro del lago, offre anche dei bellissimi itinerari in mezzo alla natura. Il sentiero delle Antiche Segherie, il sentiero delle Glare ed il giro delle malghe della valle di Tovel.

Adesso sei pronto per fare la valigia e organizzare la tua prossima gita al lago di Tovel! Ah, quasi dimenticavo: nella zona del lago il telefono non prende. Se devi comunicare con il mondo, fallo prima di arrivare.

Spero che questa guida pratica ti sia stata utile; se vuoi raccontarmi la tua esperienza al lago oppure anche solo per dirmi se ti è stata utile può contattarmi sui miei canali social. Trovi tutte le informazioni nella sezione Contatti.

Buon viaggio!!

Lascia un commento