5 piatti tipici da mangiare a Verona

Vuoi sapere quali sono i piatti tipici da mangiare a Verona? Una cosa è certa, nella vita (e anche in viaggio) bisogna mangiare . Mia mamma, quando ero piccolo, mi diceva sempre: ‘sacco vuoto non sta in piedi’. Sei d’accordo? In fin dei conti è vero, il cibo ci da energia e non solo. Ci racconta una storia, una storia che unisce le persone, le fa socializzare e, perché no, le emoziona. Prova a chiudere gli occhi e fai dei piatti i narratori. Segui gusti e profumi e fatti trasportare in questo viaggio. Sei pronto? Vieni con me.

Mangiare a Verona: I 5 piatti tipici che non puoi perdere

Bollito e Pearà

Il bollito con la pearà, uno dei piatti tipici da mangiare a Verona.
Bollito e Pearà

Questo, per me, è tra i piatti tipici che più rappresentano Verona. Ma cos’è la Pearà? E’ una salsa fatta con pan grattato, midollo, brodo e pepe. E’ semplice ma molto gustosa, si mangia con il lesso (o con il bollito) ed il cren. Ovviamente, è un piatto tipicamente invernale e nel passato si mangiava di domenica e a Natale. In dialetto veronese, pepe si dice ‘pearo’ e quindi ‘pearà’. Non ha niente a che fare con le pere! Sono molto legato a questo piatto perché la mamma mi ha svezzato con la pearà (o meglio la panà perché non aveva il pepe).

Pastissada de Caval

La pastissada de caval (brasato di cavallo) è l’altra specialità che devi assolutamente mangiare a Verona.Questo piatto ha un’origine molto antica, risale al quinto secolo dopo cristo ed è nata in seguito ad una battaglia. La preparazione del piatto è molto lunga, tra le 36 e le 48 ore, ma l’attesa vale tutto questo piatto. Saporita, corposa e dal gusto intrigante, la pastissada si accompagna alla polenta (saremo polentoni per qualcosa). In alcune zone della provincia, una variante viene fatta con il musso (l’asino). Viene preparata lasciando macerare la carne nel vino rosso per poi cuocerla con le verdure.

Gli gnocchi

Chi non conosce gli gnocchi? Sono presenti in molte regioni italiane. A Verona, è un piatto molto legato al periodo di carnevale. Infatti, il ‘Papà del Gnocco’ è la maschera tipica della città e, tipicamente, il venerdì di carnevale (venerdì gnoccolar) a Verona si mangiano gli gnocchi. I sughi di accompagnamento sono il pomodoro, zucchero e cannella oppure la sopracitata ‘pastissada de caval’. Da piccolo erano il mio piatto preferito perché, insieme alla nonna, mi divertivo a schiacciare le patate e a dargli poi la forma che tutti conosciamo.

Pasta e fasoi

La pasta e fagioli è un piatto corposo e robusto. E’ stato ideato dai poveri contadini veronesi per attutire il colpo dato dai vini rossi del territorio, si sa, a Verona il vino è buono e si beve con piacere. La pasta e fagioli è un piatto tipicamente autunnale, calorico e non del tutto adatto a chi è in dieta.

Tortellini di Valeggio

Tortellini di Valeggio, tra i piatti tipici da mangiare a Verona.
Tortellini di Valeggio

Sono anche chiamati Nodi d’amore, d’altronde Verona è la città dell’amore. E’ una pasta tirata sottile e chiusa a fiocchetto con un ripieno di carne. Di solito si mangiano con il burro e la salvia ma si trovano anche in altre varianti. Se siete a Verona in macchina, vi consiglio di andare a mangiarli a Borghetto sul Mincio, un posto davvero incantevole che merita una visita.

Questi sono i 5 piatti tipici da mangiare a Verona, tra gli altri ci sono i risotti (con il tastasal e con l’amarone) ed il pandoro. Come puoi vedere sono tutti piatti leggeri, ti consiglio di non esagerare.

Se sei a Verona e vuoi sapere che cosa vedere, ho l’articolo che fa al caso tuo. Se invece hai bisogno di qualsiasi informazione oppure vuoi raccontarmi la tua esperienza trovi tutti i miei contatti qui a lato.

Vuoi vedere le mie foto? Visita la mia pagina Instagram.

Non mi resta che augurarti buon appetito e buona viaggio.

Lascia un commento